News & Media

Coca-Cola e la gestione dell'emergenza Covid

Abbiamo incontrato Nicola Aliperti, European DPO coordinator di Coca-Cola

Nicola Aliperti

 

Nicola Aliperti
European DPO coordinator di
Coca-Cola e speaker dell'edizione 2021 di
Go Beyond 

 

 

In che modo è stata gestita l'emergenza Covid-19 da Coca-cola?

L’emergenza è stata gestita da Coca-Cola in tre fasi. Durante la prima fase (React) ci si è concentrati sul garantire la continuità del business estendendo lo smartworking a tutti i lavoratori grazie all’esistenza da diversi anni dei necessari servizi tecnologici e delle relative policy aziendali. In questa fase la vicinanza ai lavoratori è stata molto importante ed è stata realizzata attraverso una comunicazione sistematica e diversificata, anche attraverso la creazione momenti che potessero aiutare la socialità nonostante la  “chiusura forzata” in casa i.e. virtual coffee & yoga, social challenges,per assicurare e garantire informazione, connessione e unione. Lato business e sempre grazie ad un app interna di allocazione dinamica delle risorse si è consentito a tutti l’opportunità di partecipare ad una serie di progetti ‘agili’ a supporto del business che ha scelto di veicolare i nostri investimenti a sostegno delle comunità attraverso diverse donazioni. Durante la seconda fase (Recover) il supporto tecnologico è stato veicolato verso funzioni come lo scenario planning, l’analisi degli insights e la prioritizzazione di servizi digitali per i nostri customers (punti vendita, hotel, bar e ristoranti) ed in partnership con i nostri imbottigliatori attraverso diverse iniziative che rientravano nella campagna “come mai prima”: abbiamo cercato di sostenere al meglio le riaperture soprattutto con attività di comunicazione e visibilità a favore dei punti vendita, già provati dal lungo periodo di chiusura.. Durante la terza fase (Thrive), ancora in corso, l’obiettivo è quello dell’adattamento e la preparazione a ciò che da molti viene definito come ‘next o new normal’. Questa è una fase che credo accomuni diverse se non tutte le realtà aziendali e che si propone come obiettivo la revisione di processi, organizzazione, risorse e innovazione per emergere più forti di prima

Quali nuovi progetti in ambito tecnologico per il 2021?

Ricollegandomi a quanto appena anticipato e nella fase in corso, per emergere più forti, ci sarà un adattamento dei servizi tecnologici tesa alla standardizzazione e semplificazione dei  processi, ‘capabilities’ e piattaforme tecnologiche. Tra i nostri progetti ci sono ad esempio un ulteriore sviluppo delle nostre ‘direct marketing to consumer’ e ‘data decision driven’ capabilities’ con l’obiettivo di progettare prodotti e servizi che soddisfino e proteggano i nostri consumatori anche attraverso l’integrazione di principi sull’utilizzo etico dei dati processati da tecnologie emergenti con l’Intelligenza Artificiale.