News & Media

Le caratteristiche delle "SEANSABLE CITIES" secondo Carlo Ratti

Carlo Ratti Direttore del SENSEeable City Lab presso il Massachusetts Institute of Technology e speaker di Go Beyond 2021

Carlo Ratti sostiene che la città del futuro non sia solo intelligente, ma anche "sensibile".
Direttore del SENSEeable City Lab presso il Massachusetts Institute of Technology e architetto e ingegnere di formazione, Ratti e il suo team creano soluzioni tecnologiche che sostengono, piuttosto che sostituire, i cittadini delle città di tutto il mondo.


Questo fenomeno è semplicemente la manifestazione di una tendenza tecnologica più ampia: Internet sta entrando negli spazi in cui viviamo e sta diventando l'Internet delle cose. Di conseguenza, molti aspetti della vita urbana si stanno rapidamente trasformando: dall'energia alla gestione dei rifiuti, dalla mobilità alla distribuzione dell'acqua, dall'urbanistica all’engagement dei cittadini. La differenza tra "intelligente" e "sensibile" riguarda il focus della nostra attenzione: la tecnologia in sé o le persone.


Vorrei citare le parole finali di un famoso articolo di Carl Benedikt Frey e Michael Osborne, professori dell'Università di Oxford, sulle conseguenze della robotica sul mercato del lavoro: “mentre la tecnologia avanza, i lavoratori con scarse competenze si riallocheranno a compiti che non sono suscettibili di informatizzazione, ovvero attività che richiedono intelligenza creativa e sociale. Affinché i lavoratori vincano la gara, tuttavia, dovranno acquisire abilità creative e sociali ".

Abilità creative e sociali: sono ciò che sarà veramente necessario per vivere in una città sensibile.

Leggi l'intervista completa cliccando qui